IL LAGO E LE SUE RIVE

IL LAGO

Il bacino idroelettrico di Pontecosi è stato formato nel 1925 con la realizzazione della diga sul Serchio posta poco più a valle, alta 33 metri e con una capacità di circa 3 milioni di metri cubi d’acqua.Alimentano il lago anche le acque del Fosso di Corfino, che formano un altro bacino artificiale: quello di Villa Collemandina. Il lago di Pontecosi è caratterizzato da acque poco profonde e da una ricca avifauna acquatica, che identifica nel lago uno dei luoghi di svernamento e di sosta più importanti dell’area. Durante il periodo invernale, infatti , il lago offre rifugio a folaghe e anatre selvatiche di varie specie, che frequentano le acque basse intorno ai canneti.Non balneabile è però adatto per una giornata di pesca dilettantistica.

LE RIVE

Nel 2011 è stata costituita, sulla riva di Castelnuovo di Garfagnana, una “Oasi del Lago”: si tratta di una passeggiata immersa nel verde, ideale per trascorrere una bella giornata e per praticare la pesca sportiva.Il lungo lago castelnovese è dotato di impianto elettrico e relativi diffusori; sei strutture coperte con panche e tavoli; punti fuoco con griglia e barbecue; fontanelle con acqua potabile; staccionate di sicurezza e altre infrastrutture utili ai turisti. Inoltre, la zona è opportunamente delimitata per evitare eventuali incursioni notturne.L'Oasi viene utilizzata anche come campo di gara per la pesca sportiva: può ospitare fino a 120 pescatori e, quindi, competizioni di livello nazionale.
La riva di Pieve Fosciana è rinata nel corso degli anni 2000 grazie all'impegno dei volontari dell’Associazione LagoSì: intense "giornate ecologiche" hanno recuperato terreni semi abbandonati, che oggi si presentano come un vero e proprio giardino, la cui manutenzione viene curata interamente dalla popolazione. A due passi dal centro del paese, questa zona comprende giochi per bambini (scivoli, altalene e giostre), un campo di gara per il gioco delle bocce, un bar e tanto verde per concedersi una bella pausa relax; sono anche presenti appositi contenitori di pane da dare alle anatre che popolano il lago.